Oggi in Svizzera
News
NOTIZIA FLASH 
Trasmissione Live 

SVIZZERA

12/10/2017 - 11:37

Si va verso uno "Swiss Pass" anonimo e digitale

La prima misura è volta a proteggere gli utenti che non vogliono registrare i loro dati di viaggio. La seconda è una logica conseguenza della digitalizzazione in atto nel settore dei trasporti

Keystone
0
0

BERNA - Il settore dei trasporti pubblici sta pensando all'introduzione di uno "Swiss Pass" anonimo. Una misura volta a proteggere gli utenti che non vogliono registrare i loro dati di viaggio.

Nel settore dei trasporti si va nella direzione della digitalizzazione: un esempio di questo sviluppo è l'idea di installare dei tablet nelle stazioni e alle fermate dei bus. Grazie a questo metodo i biglietti non verrebbero più stampati, ma registrati elettronicamente su uno "Swiss Pass", ha indicato la responsabile FFS della divisione viaggiatori Jeannine Pilloud in un'intervista pubblicata oggi sui quotidiani Der Bund e Tages Anzeiger.

Per i clienti che preferiscono non fornire i loro dati personali, il settore sta prendendo in considerazione l'idea di introdurre uno "Swiss Pass" anonimo, ovvero una tessera contenente un chip - senza la necessità di registrarsi - su cui il controllore può verificare la validità del «biglietto elettronico» che l'utente ha acquistato prima del viaggio.

Il progetto è «molto concreto» e «lo stiamo pianificando», ha anticipato la responsabile di FFS viaggiatori, tuttavia non sono ancora stati effettuati progetti pilota. Il presupposto è che tutti i 244 fornitori di servizi di trasporto in Svizzera siano equipaggiati in questo senso, ha precisato Pilloud.

Il settore sta inoltre prendendo in considerazione l'idea di introdurre un nuovo sistema di biglietteria in Svizzera. I viaggiatori in futuro potranno effettuare il "check-in" su un'applicazione per smartphone al momento della partenza e pagare solo dopo aver terminato il viaggio. L'app calcola il percorso e carica automaticamente la migliore tariffa.

Tuttavia questo metodo ha dei lati negativi, tra cui l'obbligo di dover accedere in anticipo sull'app e registrare il proprio viaggio. Una misura che non piace a tutti i passeggeri. «Dobbiamo prendere con serietà questa preoccupazione», ha ribadito Pilloud. Ci sono clienti che preferiscono acquistare i loro biglietti in forma anonima allo sportello oppure alla biglietteria automatica, tuttavia queste ultime sono costose e il settore ha l'obiettivo di sostituirle con macchinette automatiche più a buon mercato.
 

Regole del blog. Leggere attentamente prima di commentare
Utente non Registrato - Login/Registrati
loading


4 commenti da TIO
siska - 13 Ottobre alle 10:52
Ah ah ah ah ma che menzogne! Semmai questo é applicabile tra i consiglieri federali etc. etc. il resto é muffa.

Partecipa anche tu alla discussione, leggi tutti i commenti e interagisci con gli altri blogger.
Potrebbe interessarti anche ... beta

Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 23:35:30 | 91.208.130.55
Tutte le notizie in Svizzera del 19/10/2017 - 27 Notizie